Lo studio di fisioterapia Physio Lab ci spiega la terapia del linfodrenaggio manuale (metodo Vodder).

Il linfodrenaggio esplica il suo effetto a livello dei tessuti superficiali (cute e sottocute) e si distingue per la specifica tecnica caratterizzata dall’alternanza di pressione manuale che non supera i 30/40 mmHg. Le varie manualità, esercitate con una o due mani, sui diversi distretti corporei, vengono eseguite in senso prossimo-distali che rispettano il decorso dei deflussi cutanei e sottocutanei in direzione delle stazioni linfonodali di competenza.

L’azione del linfodrenaggio manuale favorisce un aumento della linfoangiomotricità, un drenaggio dell’interstizio agevolando lo spostamento di liquidi, proteine e cellule immunitarie, eliminando cataboliti e scorie.

La tecnica secondo il dottor Vodder eseguita con movimenti armonici, lenti e ritmici, ha il fine di rispettare i paramentri fisiologici del deflusso linfatico e non indurre stimoli che possano provocare “spasmi dei vasi”, favorendo anche l’effetto simpaticolitico ed antidolorifico. Si ipotizza anche un effetto sul sistema immunitario con il conseguente aumento delle difese dell’organismo.

Indicazioni:
Linfedemi primari e secondari
Lipoedema
Disturbi circolatori
Insufficienze venose
Traumi articolari e muscolari
Infiammazioni croniche (sinusite ed otite)
Esiti di ustioni (cicatrici)
Interventi pre/post chirurgia vascolare e plastica

Lo studio di fisioterapia Physio Lab è in via Musone 39, a Porto d’Ascoli.

Telefono: 327 540 8958

Visita anche il sito web e la pagina facebook

(Letto 151 volte, 1 oggi)