“Quanto a sapore, le mele di Tivoli sono inferiori a quelle del Piceno, che però fanno più figura”, queste le parole di Quinto Orazio Flacco (65 a.C) per descrivere le mele rosa dei Monti Sibillini.

La mela rosa è una varietà tradizionale di tutto l’areale della collina pedemontana dell’Italia centrale. Il biotopo più diffuso e tradizionale si individua nell’area preappenninica dei Monti Sibillini.

La naturale resistenza alle fitopatie e agli insetti della Mela Rosa dei Monti Sibillini è dovuta sia alla particolare localizzazione geografica del contesto produttivo e quindi al clima, sia alle caratteristiche genetiche.

Le peculiari condizioni climatiche della zona dei Monti Sibillini, prime fra tutte l’escursione termica giornaliera e stagionale, interferiscono positivamente sulle caratteristiche organolettiche del prodotto, rendendolo unico  e assolutamente diverso dal frutto coltivato in pianura.

Questo frutto è tornato a rivivere grazie a Le Spiazzette, che realizza specialità come le Mele rosa sciroppate: frutta in sciroppo (acqua, zucchero e un goccio di succo di limone). Nulla di più tradizionale e naturale per conservare le buone mele del Presidio.

Non perderle.

In c.da Tennacola 2, ad Amandola (FM).

Info: 324 6116115; 0736848373; lespiazzette@yahoo.it

Visita la pagina faceboook

(Letto 79 volte, 1 oggi)